come scegliere data del matrimonio

Come scegliere la data del matrimonio: 5 cose da considerare

Ecco, la fatidica proposta è arrivata e adesso siete in procinto di scegliere la data del matrimonio? Come di certo saprete, scegliere la data perfetta è molto importante per la buona riuscita di un matrimonio. C’è chi predilige sposarsi al caldo e chi invece nella fredda stagione. Alcuni lo fanno a ridosso di una ricorrenza, altri ancora in particolari giorni della settimana. Insomma, la scelta è davvero molto soggettiva.
Ma come scegliere la data del matrimonio? A cosa bisogna prestare attenzione? Scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE: Come organizzare un matrimonio: 5 errori da non fare

1. Weekend o infrasettimanale

Vi piacerebbe sposarvi in settimana o nel week-end? Questo è uno dei tanti fattori da considerare quando si sceglie la data del proprio matrimonio. Se le vostre nozze saranno celebrate civilmente, allora sarà molto più semplice sposarsi in settimana, in quanto non c’è il rischio che venga meno la disponibilità del comune. Per i matrimoni religiosi, invece, non fa differenza. Tuttavia, se optate per un matrimonio nel week-end, abbiate cura di prenotare per tempo la location che avete scelto, in quanto spesso molto ambite durante i fine settimana.

2. Come scegliere la data del matrimonio: Il budget

Ebbene sì, anche quando si sceglie la data delle proprie nozze è importante tenere d’occhio il proprio budget. Questo perché esistono date più costose di altre. Ad esempio, sposarsi in inverno può essere meno costoso rispetto ad un matrimonio in primavera o in estate, in quanto si parla di bassa stagione. Se volete provare a contenere i costi, evitate, quindi, matrimoni nei mesi “rossi” del calendario.

3. Estate o inverno?

In questo caso, non esiste una stagione migliore: la scelta è soggettiva. Nel momento in cui decidete la stagione per il vostro matrimonio, abbiate cura di correlarla con un tema attualizzabile. Ad esempio, sarebbe impensabile organizzare un matrimonio all’aria aperta a dicembre, vero? Scegliete la stagione che più preferite e mettete in conto eventuali imprevisti metereologici prima di prendere qualunque decisione.

4. Eventi sportivi e feste

Una delle cose a cui bisogna prestare attenzione è certamente la programmazione degli eventi sportivi previsti durante l’anno. Evitate di scegliere date a ridosso dei Mondiali di calcio e finali di Champions League (a meno che non siate tifosi e volete allestire un maxischermo nel ristorante!). Sarebbe meglio non sposarsi in giorni di festa come Natale e Capodanno per evitare il rischio di avere davanti ospiti svogliati che preferirebbero stare da tutt’altra parte.

LEGGI ANCHE: Tradizioni di matrimonio: 7 importanti regole da rispettare

5. E la tradizione?

Secondo la tradizione, i giorni migliori in cui sposarsi sono Lunedì e Mercoledì, in quanto considerati propizi e pieni di ricchezza. Meglio evitare i restanti, soprattutto il Venerdì, considerato da un punto di vista religioso un giorno di penitenza.
Per quanto riguarda il mese, i migliori sono Gennaio, Febbraio, Aprile, Giugno, Ottobre e Dicembre in quanto mesi portatori d’amore e fedeltà. Mentre, quelli da evitare sono Marzo, Maggio e Luglio, poiché portatori di dolori e fatiche per la coppia.

Lascia un commento